NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
l sito web dottkamal.com di proprietà dell'azienda:

Titolare del loro trattamento è la società Khounsarieh Nassrollah
Codice Fiscale, Partita IVA - Registro Imprese VR n° 02622030233
Bassa 2/C - CAP 37069 - Sommacampagna - Verona - Italia - Tel. +39 045 8969122
mail pec: Kamal.khounsarieh@pec.it

 

utilizza i cookies per offrire i propri servizi semplici e efficienti agli Utenti durante la consultazione delle sue pagine. Le tabelle riportate di seguito riepilogano i diversi tipi di cookie che potrebbero essere utilizzati sul Sito, insieme alla loro rispettiva funzione e durata (ovvero per quanto tempo ciascun cookie rimarrà sul vostro dispositivo).
L'informativa è valida solo per il suddetto Sito ed ai correlati suoi domini di secondo e terzo livello e non per eventuali altri siti consultabili tramite link. Facendo uso di questo Sito si acconsente il nostro utilizzo di cookie in conformità con la presente Cookie Policy. Se non si acconsente al nostro utilizzo di cookie, occorre impostare il proprio browser in modo appropriato oppure non usare i presente sito o i domini di secondo e terzo livello corrispondenti. Se si decide di disabilitare i cookie che impieghiamo potrebbe essere influenzata l’esperienza dell’utente mentre naviga sul nostro Sito.

Ulteriori informazioni sulla Privacy Policy.

 


1. Che cosa sono i Cookies?

I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.

 


2. Quali sono le principali tipologie di Cookies?

Al riguardo, e ai fini del presente provvedimento, si individuano pertanto due macro-categorie: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.

a. Cookie tecnici.

I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.

b. Cookie di profilazione.

I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″ .

Session e Persistent Cookies

I Session Cookies, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookies vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito (ASP.NET_SessionId e language).

I Persistent Cookies (tipo ASPXANONYMOUS), che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookies “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.

Cookies di prima parte e di terze parti

Occorre, cioè, tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).

I Cookies di prima parte, creati e leggibili dal sito che li ha creati.

I Cookies di terze parti, che sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.

Le pubblicità sul nostro sito sono fornite da organizzazioni terze. I nostri partner pubblicitari forniranno annunci pubblicitari ritenuti di vostro interesse, sulla base delle informazioni raccolte a seguito delle vostre visite a questo e ad altri siti internet. Al fine di operare tale raccolta di dati il nostro partner potrebbe avere necessità di collocare un cookie (un breve file di testo) sul vostro computer. Per maggiori informazioni riguardo a questo tipo di pubblicità basata sui gusti degli utenti, derivante dai cookies di terze parti, potete visitare i siti dei terzi ai links sotto riportati.

Al link www.youronlinechoices.com troverete inoltre informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet”.

 


3. Quali Cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione

Il presente sito web può inviare all’utente i cookies di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.

COOKIES TECNICI e di TERZE PARTI

Nome cookie Tipologia cookie Descrizione cookie Durata cookie
438d6952e3b22405b3aa8c26cb3c2924 di sessione necessario alla piattaforma web per identificare la singola sessione di un utente. singola sessione
__utma persistente, tempo di visita dell'utente necessario al servizio di terze parti Google Webmaster e Analytics. 2 anni
__utmb persistente, tasso di abbandono (valore approssimativo) dell'utente necessario al servizio di terze parti Google Analytics. 30 minuti
__utmc persistente, calcula la durata di una visita di un'utente necessario al servizio di terze parti Google Analytics. 30 minuti
__utmz persistente - provenienza dell'utente necessario al servizio di terze parti Google Analytics. 6 mesi
__utmt persistente gestisce il limite di richieste (throttle) al servizio Google Analytics. 30 minuti
SSC_statprova di sessione ShinyStat™ utilizza solo ed esclusivamente i cookie per effettuare le proprie rilevazioni. singola sessione

cookieAcceptanceCookie

accepted necessario alla navigazione del sito web fino al cancellamento
del cookie dal browser

 

COOKIES DI TERZE PARTI

Nome cookie   Descrizione   Luogo del trattamento
e Policy Link
Pulsante +1 e
widget sociali di Google+

(Google Inc.)
  Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+,
forniti da Google Inc
  USA
Privacy Policy
Pulsante Mi Piace e
widget sociali di Facebook
(Facebook, Inc.)
  Il pulsante “Mi Piace” e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook,
forniti da Facebook, Inc.
  USA
Privacy Policy
Pulsante Tweet e
widget sociali di Twitter
(Twitter, Inc.)
  Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter,
forniti da Twitter, Inc
  USA
Privacy Policy
Google Analytics
(Google Inc.)
  Google Analytics è un servizio di analisi web fornito da Google Inc. (“Google”).
Google utilizza i Dati Personali raccolti allo scopo di tracciare ed esaminare l'utilizzo di questa Applicazione,
compilare report e condividerli con gli altri servizi sviluppati da Google.
Google potrebbe utilizzare i Dati Personali per contestualizzare e personalizzare gli annunci del proprio network pubblicitario
(script impostato per il tracciamento in forma anonima).
  USA
Privacy Policy
Opt Out
Google Fonts
(Google Inc.)
  Google Fonts è un servizio di visualizzazione di stili di carattere gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione
di integrare tali contenuti all'interno delle proprie pagine
  USA
Privacy Policy
Google Maps
(Google Inc.)
  Google Maps è un servizio di visualizzazione di mappe gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione
di integrare tali contenuti all'interno delle proprie pagine.
  USA
Privacy Policy
         

GESTIONE GENERALE COOKIES

Come disabilitare i cookie mediante configurazione del browser

Come disabilitare i cookie di specifici servizi di terzi

Eliminazione dei Cookie Flash

Gestione Cookie di Terze Parti

All categories

All categories

Le rughe di espressione

Le rughe di espressione sono spesso le prime rughe a fare la loro comparsa sul viso. Possono essere già presenti molto presto, sin dai 25 anni. Sono il risultato di movimenti inevitabili dei muscoli facciali.
Più precisamente, sono inestetici solchi o pieghe che si formano in alcune regioni del viso, soprattutto dove la cute è continuamente sollecitata dall’azione di muscoli sottostanti.
La formazione delle rughe, seppure inevitabile, è un fenomeno assai poco gradito in quanto contribuiscono a invecchiare l’aspetto.


Si possono distinguere quattro tipologie di rughe:

  1. rughe attiniche (anche rughe da tramatura cutanea)
  2. rughe d’espressione (anche rughe muscolo-mimiche)
  3. rughe gravitazionali (anche pieghe di lassità cutaneo-muscolare)
  4. pieghe da sonno

Le rughe d’espressione sono solchi provocati dalla ripetuta azione di “trazione” che viene esercitata dai vari muscoli mimici; sono una tipologia di rughe che è più accentuata in coloro che utilizzano abbondantemente, in modo più o meno consapevole, la mimica facciale.



Esistono diverse tipologie di rughe d’espressione e la loro formazione è legata a uno o più muscoli mimici:


- le rughe frontali orizzontali
- le rughe glabellari verticali
- le rughe glabellari orizzontali
- le rughe perioculari sottorbitarie e del canto esterno
- le rughe naso-geniene

- le rughe perilabiali radiali
- le rughe labio-geniene

- le rughe trasversali del collo (legate al muscolo platisma).

Le rughe gravitazionali hanno la loro causa d’origine nel fatto che, in seguito all’inevitabile invecchiamento, le fibre elastiche e i fasci di collagene del derma diventano meno tonici e non riescono più a opporsi adeguatamente alla forza di gravità:

- i solchi naso-genieni

- le rughe labio-geniene (abbassamento degli angoli della bocca)

- il rilassamento cutaneo della palpebra superiore (blefarocalasi)

- la ptosi sopracciliare (cedimento del sopracciglio)

- le borsette latero-mentoniere
- il doppio mento.

Le rughe attiniche sono quei solchi che hanno la loro causa d’origine nella perdita di elasticità provocata all’effetto cumulativo sulla pelle dei raggi ultravioletti; visibili nelle zone particolarmente foto esposte; si caratterizzano per una marcata accentuazione della tramatura della cute conferendo alla pelle un aspetto che viene definito spesso “a pergamena”, “sgualcito”. Le pieghe da sonno sono quelle rughe legate a una determinata postura notturna prolungata; nei soggetti di sesso femminile sono più spesso visibili a livello delle guance, mentre nei soggetti di sesso maschile sono maggiormente riscontrabili nella fronte o a livello fronto-temporale. Con il passare del tempo, le pieghe da sonno, inizialmente reversibili, tendono a diventare permanenti. Oltre a fattori endogeni, inoltre, esistono anche fattori esogeni che le favoriscono; oltre a quelli già citati (esposizione al sole e a radiazioni ultraviolette) si ricordano le esposizioni a climi particolarmente sfavorevoli, l’inquinamento atmosferico o alcune infezioni. Le rughe, infine, si possono formare anche nel caso di dimagramenti troppo rapidi.



Rughe e prodotti antirughe

La lotta alle rughe ha dato vita da moltissimo tempo un floridissimo mercato in ambito cosmetologico.
Ormai da decenni, infatti, si stanno studiando prodotti antirughe.
Quattro sono gli effetti su cui gli antirughe attuali contano per risolvere il problema:

  1. Azione idratante. È l’azione più banale, ma anche quella più efficace. Una pelle idratata è più elastica e reagisce meglio alle sollecitazioni negative. Anche l’impressione visiva è nettamente migliorata.
  2. Azione riempiente. Le rughe vengono riempite (analogo effetto hanno le iniezioni estetiche di collagene) nel tentativo di farle scomparire. A parte la transitorietà del fenomeno, il risultato pratico è deludente perché l’applicazione è statica, mentre la ruga è un fenomeno generato dal dinamismo del viso. In un certo senso, la stessa mimica facciale si oppone al riempimento.
  3. Azione stirante. Se si considera che complesse operazioni di lifting possono ringiovanire il soggetto al massimo di 10 anni, ben si comprende come l’applicazione di una crema “stirante” non possa che produrre risultati molto modesti.
  4. Rughe e Botulino. L’uso di una forma purificata e sterile della tossina botulinica (prodotta dal 1989 contro i disordini muscolari del volto) si basa sull’azione paralizzante sui nervi che azionano la muscolatura responsabile delle rughe su una pelle non più elastica. È una variante dell’azione stirante.
  5. L' assunzione orale. L’ultima azione degli antirughe è rappresentata dall’intervento dall’interno: l'assunzione orale cioè di sostanze che possono rallentare l’invecchiamento (Q10, vitamina E, vitamina C ecc.).

 


Come apparire più giovani? Premesso che:

apparire giovani non è un obbligo e che volerlo essere non è un delitto, qual è la strategia corretta quindi per apparire giovani (magari tarandosi con l’età psicologica che sentiamo?):

  1. Praticare una regolare attività fisica che ci consenta di mantenerci tonici, scattanti, elastici e resistenti.
  2. Seguire un’alimentazione corretta che eviti ogni inestetismo.
  3. Utilizzare procedure estetiche efficaci nel ritocco dei particolari correlati con l’età.


Se si sono ben capiti i primi tre punti, probabilmente si è già fatto molto e si sembra più giovani della propria età cronologica. In ogni modo occorre capire che è inutile avere una pelle da ventenne e un corpo cadente.
Questa comprensione indirizza verso una strategia consigliata da molti chirurghi e medici estetici “seri”:

  1. protezione della pelle con un buon idratante.
  2. eliminazione dei fattori esterni d’invecchiamento, primo fra tutti il sole.
  3. uso di terapie interne anti-età, cioè di sostanze (come gli anti-radicali liberi) che contrastano l’invecchiamento in toto dell’organismo.

 


La risposta: la tossina botulinica

Il botulino o tossina botulonica è il trattamento anti-aging prediletto per le rughe di espressione. Questa molecola purificata e sintetizzata viene iniettata in micro dosi nei muscoli responsabili dei movimenti del viso e permette di bloccarli per limitare le contrazioni responsabili delle rughe. A termine le rughe si attenuano e possono persino scomparire.  E’ un prodotto senza rischio poiché la molecola è purificata: gli effetti secondari sono estremamente rari. I risultati sono visibili qualche giorno dopo le iniezioni, il tempo necessario perché la tossina botulinica possa agire sul muscolo. Il botulino può essere associato a tecniche di riempimento come le iniezioni di acido ialuronico per le rughe profonde: si unisce quindi un effetto tensore a un effetto di riempimento, per un trattamento anti-aging completo.



I vantaggi della tossina botulinica
Le micro iniezioni sono rapide, senza anestesia perché non provocano alcun dolore, niente incisione. Non ci sono tempi di inattività, si ritorna alle proprie attività subito dopo le iniezioni senza che nessuno possa intuire l’intervento appena eseguito. Potrebbe apparire una leggera ecchimosi nei punti delle iniezioni che sparisce in pochi giorni e che si nasconde facilmente con il fondotinta. Gli effetti del botulino sono totalmente reversibili.  L’effetto dura dai 4 ai 6 mesi. Si possono effettuare delle iniezioni di botulino sin dalle prime rughe per limitare il loro aggravarsi e farle scomparire, oppure in trattamento anti-aging curativo associato eventualmente ad una tecnica di riempimento.  Adattando i dosaggi, si riesce a mantenere le espressioni del volto, molto importanti per non sembrare una maschera, però si evitano le rughe. Il viso risulta più luminoso e riposato, nessuno si accorge che sono state fatte delle iniezioni.  


Clicca qui e sfoglia la galleria: PRIMA E DOPO